• Home
  • Colori dei pesci

Colori dei pesci

 articolo su: I colori dei pesci e le loro funzioni

Di fronte alla larghissima gamma di colori esibita dai pesci, è opportuno precisare che questa varietà di colorazioni ha, di per sé stessa, uno scopo essenziale nella vita dei pesci. Il mimetismo e il mascheramento sono la scopo di questa grande varietà di disegni che si ritrova tra i pesci: mimetizzandosi con l'ambiente e mascherando il proprio corpo il pesce si nasconde ai suoi predatori ma anche alle sue vittime. Molti pesci della barriera corallina hanno tra i disegni del corpo delle macchie oculari, simili a finti occhi.

L'occhio di un pesce è un bersaglio vulnerabile e di primaria importanza per un predatore, quindi un "falso occhio" sconvolge e confonde qualsiasi attaccante. Altrettanto utili per il pesce sono le colorazioni di ammonimento, che hanno lo scopo di avvertire gli eventuali predatori che esso non è buono da mangiare, o addirittura velenoso. I pesci che vivono sul fondo sono completamente invisibili se guardano dall'alto grazie all'abilità del pesce di mimetizzarsi nell'ambiente in cui vive. I pesci possono mutare il loro colore in quanto possono contrarre o espandere i pigmenti colorati che si trovano in speciali cellule della loro pelle, i cromatofori.

Certi pesci cambiano colore, dai toni della notte a quelli che assumono di giorno, con una normale illuminazione. Ma cambiano di colore anche secondo lo stato d'animo: lo spavento, l'eccitazione, e le lotte del periodo riproduttivo sono tutti elementi che influiscono sull'intensità e sulla disposizione dei colori. I colori dei pesci possono essere resi più intensi da una appropriata alimentazione contenente ormoni, oppure usando una particolare illuminazione con luce ricca di raggi rossi e azzurri.