Newsletter di Acquariofilia Italia

Nature aquarium tra Contest e arte Giapponese

nature aquarium tra contest e arte giapponese -aquascape - aquascaping - aquascapers

di Tommaso Aricò

Tutto nasce da Takashi Amano, che a partire dal 1995, data in cui si è presentato fuori dai confini del suo paese, ha rivoluzionato l'acquariofilia d'acqua dolce introducendo una visione estetica basata sulla tradizione giapponese e ha trasformato radicalmente il mondo di concepire l'acquario di piante, spingendolo ad un livello di crescita rigogliosa e di bellezza mai visto prima. Takashi Amano era riuscito a coniugare un metodo efficace per la coltivazione delle piante con una serie di regole compositive, che ne assicurano il perfetto accompagnamento con legni, rocce, forme e colori di foglie e di steli. Il risultato finale fece in breve il giro del mondo e la fortuna di ADA (Aqua Design Amano) stessa, che cominciò ad esportare questo modello, il Nature Aquarium appunto, in molti paesi esteri tra cui anche l'Italia.

photo takashi amano aquascaper ada

Facciamoci una domanda, ma perché Nature Aquarium? La risposta, perché in virtù di una filosofia tutta giapponese, si riesce a ricreare in uno spazio ristretto, un paesaggio sommerso che, grazie alle regole compositive, era in grado di riprodurre dei paesaggi naturali appartenenti a ben altri spazi e dimensioni.

Da allora ADA ne ha fatta di strada ed oggi è un'affermata e famosa azienda acquariofilia in tutto il mondo ma, nel corso degli anni, Takashi Amano ha avuto sempre a cuore non tanto le tecniche di coltivazione delle piante quanto le tecniche espressive dei layout, ben consapevole che un acquario ha come unico biglietto da visita il proprio apparire e il proprio impatto estetico.
All'inizio si guardava sgomenti le foto del tempo e ci si chiedeva come potesse utilizzare Riccia fluitans in quel modo, o come si era riusciti a far crescere la Glossostigma a tappeto, oggi le tecniche sono ormai arcinote, ma è doveroso il tributo a Takashi Amano per aver introdotto per primo tutto questo.

photo contest aplc Aquatic Plant Layout Contest

Da questo lavoro d'arte di Nature aquarium ogni anno in Giappone si effettua il Contest più famoso al mondo Aquatic Plant Layout Contest dove il numero dei partecipanti raggiungono migliaia di iscritti. Organizzata in maniera quasi maniacale, con una grande attenzione ai dettagli, si articola in un pomeriggio intero ove, in primo luogo, c'è la presentazione e la premiazione delle vasche dei primi classificati. Nel contest vengono così presentati i lavori in una atmosfera di grande suspense perché nessuno sa chi ha vinto il primo premio assoluto. Ogni lavoro è introdotto da un giudice che fornisce le chiavi di lettura al layout; che sia d'accordo o no sono sempre osservazioni che scendono in profondità. Finalmente arriva il momento del numero uno, dalla vasca che è stata scelta dai giudici.

Possiamo dire ancora che il nostro maestro Takashi Amano ci ha stupiti con i suoi allestimenti, le sue opere d'acquario naturale hanno una vera e propria anima, egli è riuscito dunque a catturarci il nostro sguardo con i suoi layout che vivono quasi in vita propria, quasi che Takashi avesse previsto tutto della loro evoluzione, come crescerà, come andrà seguito, ecc. il risultato finale è davvero notevole ed eccezionale.

In Italia come già detto sopra ADA ha il controllo di questo metodo naturale o meglio della realizzazione dell'Acquario Naturale. Ma non da meno in alternativa abbiamo numerosi appassionati molto cocciuti ed accaniti esperti e seguaci che sicuramente avremo visto per fiere e manifestazione in Italia e all'estero con gli allestimenti.