AcquariofiliaItalia.it is the best website development for Brand Aquarium fish industry in Italy and abroad. For information about applying a web marketing campaign for your company: CONTACT US NOW.

News ed eventi, faq, glossario, tutto sull'acquario

Test della mia vasca è da 85 litri e il filtro esterno un Pratiko 100 dell'Askoll, composto da spugne, cannolicchi e resina vulcanica

DOMANDA
Richiesta assistenza On Line Esperto in Acquariofilia.
nome: Michele C.
Acquario Posseduto: Acquario - Dolce Tropicale

testo: Salve Dottore. Ho un acquario tropicale d'acqua dolce di comunità. La vasca è da 85 litri e il filtro esterno un Pratiko 100 dell'Askoll, composto da spugne, cannolicchi e resina vulcanica. Temperatura 26°C ottenuta grazie a due ventole di raffreddamento installate sul pannello superiore. Ho fatto oggi i test e questi sono i risultati:
- PH: 7,2
- KH: 5°dKh
- GH: 8,5°gKh
- NH3/NH4: 0,025 mg/l
- NO2: 0,05 mg/l
- NO3: 10 mg/lt
- PO4: tra 0,75 e 1,50 mg/l

Come Lei può osservare i valori sono abbastanza buoni (a mio parere) eccetto i fosfati che sono tremendamente alti!! Le piante faticano a crescere e hanno foglie perforate e talvolta ricoperte di alghe. Il fondo è di quarzo con granulometria di 3 mm e sotto un substrato fertilizzante. Ho inserito nel filtro apposite resine per l'abbassamento di nitrati e fosfati (NitratiStop e FosfatiStop della Askoll) e ogni giorno (anche causa evaporazione) sto aggiungendo 1 litro circa di acqua di osmosi. Ho anche un impianto di distribuzione CO2 che però mi da un insufficiente apporto di gas (ho come l'impressione che le bolle vadano verso l'alto per poi disperdersi, invece che sciogliersi in acqua). Come le sembrano i singoli valori? Cosa posso fare per abbassare i Fosfati ed eventualmente anche i nitrati, oltre ad avere gia resine e cambi d'acqua? Aspetto sua risposta.

PS: Pesci: una coppia di Ancystrus, una coppia di Barbo Ciliegia, due Cardinali, una coppia di Scalare, una coppia di Corydoras Aeneus, una coppia di C. Sterbai, un corydoras albino, un C. Siamensis e un Garra Taeniata, un Kryptopterus Bicirrhis, un Prionobrama Filigera, 3 Hemmigrammus Bleheri, una coppia di Brachidanio Rerio, una coppia di Platy, una coppia di Black Molly e (avevo) una coppia di Apistogramma Ramirezi.
  Piante: Anubias Barteri, Egeria Densa (morente per il caldo credo), Limnophila Sessiliflora, Bacopa Monnieri, Cryptocoryne Wendtii, Echinodorus Cordifolius Tricolor, Ludwigia Arcuata, Hygrophila Corymbosa Siamensis, Cyperus Helferi o Vallisneria (non ricordo esattamente), Myriophyllum Mattogrossense, Microsorum Pteropus, Anubias Heterophylla e Echinodorus Tenellus.

RISPOSTA
Ciao Michele,
i fosfati derivano dal cibo e quindi devi diminuirne la quantità preferendo quelli a in granuli alle scaglie (più inquinanti). Aumenta anche la frequenza dei cambi d’acqua facendoli ogni due settimane.

Per quanto riguarda la dispersione di CO2, cambia tipo di distribuzione preferendo un flipper o un reattore invece del classico atomizzatore.

A risentirci
_____________________________________
Maurizio Lodola - Pianeta Blu snc
Via di Scandicci, 79 - Scandicci (FI)
www.pianetablu.info -Tel/fax: 055 25.27.13
_____________________________________