AcquariofiliaItalia.it is the best website development for Brand Aquarium fish industry in Italy and abroad. For information about applying a web marketing campaign for your company: CONTACT US NOW.

Animali, cani gatti, domestici e selvatici

Spaniel nano

L’esistenza della razza dello spaniel nano è già documentata in manoscritti medioevali. Più tardi e cioè nel 16° secolo, i grandi ritrattisti italiani ci danno la prova dell’esistenza di queste magnifiche bestiole. Il cane delle castellane del Medio Evo, diventa un accessorio indispensabile delle nobil donne del rinascimento e del barocco. Come già fu il caso per il grande spaniel anche il “nano” diventa col tempo un cane inglese. Fu anzitutto la casta nobile che si occupò di questo cane, che utilizzò particolarmente per la caccia ai pennuti. Oggi si conoscono quattro varietà di spaniel nano e cioè: il Prince Charles, il Blenheim, il Ruby e il King Charles. Re Carlo II, che possedeva una muta di questi cani, gli diede il nome. Le quattro varietà si distinguono soprattutto per il colore.

Carattere e utilità: Cane espansivo, affezionato, dalla nobile e sicura prestanza, non disturba e non fa chiasso. Si abitua ottimamente alle condizioni di vita in città.

Pelo e colore: Pelo lungo, sontuoso, serico, per quanto possibile aderente, leggermente ondulato (è considerato difettoso quello arricciato). Gli orecchi e le estremità sono riccamente forniti di pelo.

Prince Charles: manto bianco marcato di nero e di bruno-rossiccio, disegni regolari alla testa e stella bianca; King Charles: nero sfuocato; Blenheim: bianco marcato di castano o di giallo-rossiccio; Ruby: castano unito senza segni particolari.

Tipo e statura: Piccolo, vigoroso e aristocratico. Di buona ossatura, con zampa larga e rigogliosa pelliccia. La testa massiccia è pesante e a forma di cupola. Gli occhi sono grandi, scuri scintillanti e assai discosti l’uno dall’altro. Gli orecchi, fissati molto in basso, sono aderenti. Il collo è corto e vigoroso; il tronco e il dorso sono corti; il petto è profondo, a forma di barile. Le estremità sono alquanto alte, diritte e di buona ossatura. La coda, decurtata e ben guarnita di pelo, è portata orizzontalmente.

La statura varia da 26 a 32 centimetri.