Newsletter di Acquariofilia Italia

MALAWI BLOAT: la malattia dei ciclidi mbuna


 MALAWI BLOAT: la malattia dei ciclidi mbuna


Newsletter del mese di Luglio 2010
AcquariofiliaItalia.it - Art. di Enzo Alibrandi

Oltre alle classiche patologie che riscontriamo negli organismi acquatici, più o meno rare e pericolose, troviamo una categoria di malattie per cosi dire “rare” o di difficile studio per trovarne una cura adeguata.
Fra queste malattie troviamo sicuramente la malattia dei ciclidi mbuna (Malawi bloat).
Le cause dell’insorgere di questa patologia ad oggi non sono del tutto chiare cosi come l’agente eziologico responsabile di quest’ultima; sembrerebbe comunque dipendere più microrganismi (batteri-virus- protozoi) solitamente commensali dell'intestino e che, in situazioni a loro favorevoli, si presentano in tutta la loro virulenza.

Questa malattia si presenta nel caso di variazioni repentine di temperatura, sbalzi di valori generali, aggressività da parte di altri pesci.
Tutte queste situazioni comportano stati di stress nel pesce e, di conseguenza, il graduale indebolimento delle difese immunitarie
Una errata alimentazione è di solito la causa scatenante, in particolar modo in specie erbivore(Mbuna).
Alimenti poveri di fibre (chironomus, cuore di bue, ecc.), in seguito ad un eccessivo rallentamento del lungo percorso intestinale, provocano pericolose occlusioni e conseguente proliferazione dei germi patogeni.
Questa patologia prende il seguente nome in quanto, è stato notato come attacchi solo le specie di ciclidi africani del lago Tanganyika.
Inoltre, da notare come le specie del genere Tropheus provenienti da questo lago sono molto sensibili nel contrarre questa malattia.

Sintomatologia e trattamento terapeutico
I sintomi di questa malattia vanno innanzitutto suddivisi in fase iniziale e avanzata;
questo perché in questi due stati si presentano diversi sintomi fra loro e, di conseguenza, è richiesta un’attenta osservazione in maniera tale da poter iniziare un trattamento terapeutico.



Sintomi della fase iniziale:
Il pesce tenta di alimentarsi, ma dopo aver brevemente trattenuto il cibo lo sputa; respirazione accelerata, opacizzazione o sbiadimento della livrea, nuoto a dondolio, inappetenza, isolamento, feci sottili che sporgono dall'orifizio anale.

Sintomi della fase avanzata:
Rigonfiamento del ventre (Bloat), si può notare(nella fase iniziale), come i sintomi siano concomitanti con una infestazione di vermi delle branchie ma, a differenza della parassitosi, nella "Bloat" non vi è presenza di protrusione della bocca(colpi di tosse continui), tanto meno di ipersecrezione mucosa a livello branchiale.

Inoltre il pesce smette di alimentarsi.
Una volta individuati i sintomi si può procedere con un trattamento terapeutico anche se bisogna precisare che questa patologia è di difficile nello stadio avanzato e, un trattamento, si può fare soltanto se presa nello stadio iniziale.
Possiamo utilizzare i classici prodotti curativi che troviamo facilmente negli scaffali dei negozi specializzati.

Potrebbe interessarti anche

Il Portale dei Pesci d'Acquario dolce e marino. Brand aziende pet con mangimi ed accessori acquari. Franchising negozi acquariofilia con richiesta allestimento e arredamento in tutta Italia. Siti web e indirizzi negozi acquari/animali in Italia con Shopping on-line. Partenership per la vendita acquari su misura. FAQ, schede scientifiche ed articoli per animali domestici, pesci acquario, cani e gatti. Aquarium fish, aquarium line tank.

Homepage | Chi è Acquariofilia Italia | Iscrizione alla newsletter | Contatti | Pubblicità | Offerte di lavoro | Privacy |

© Acquariofilia Italia - Corso Matteotti 137 - 60033 Chiaravalle (AN) - P.IVA: 02567230426 - N. REA: 197893